Il Volley Cave, partita dopo partita, vittoria dopo vittoria sta trovando conferme sempre più evidenti. La classifica rispecchia in pieno quanto è possibile vedere in campo.  
E come sappiamo è sempre il campo che ha l’ultima parola e sabato ha parlato forte e chiaro in casa del Volley club Frascati. Anche se con una temperatura proibitiva e con l’assenza di Longobardi, fuori per problemi di salute, le ragazze di Cave sono scese in campo con la carica e la voglia di fare bene che le ha accompagnate per tutto il campionato.
Il sestetto iniziale è composto da Volpe (capitano) al palleggio, al centro Casella e Afeltra, come banda laterale Massani, opposto Fedeli e libero Fornari.
Quella che va in scena è una partita da subito a senso unico, che vede la squadra allenata dal coach Leone dominare senza apparente difficoltà e  il primo set si conclude con ben dieci punti di differenza. Infatti il punteggio è 15 a 25.
Nel secondo set per il Volley Cave entrano la centrale Tomassi e fa l’esordio in B2 la giovanissima Caterina Grossi  che prende il posto del libero Fornari.  Dopo una serie di battute andate a buon fine le locali prendono fiducia e in campo la storia sembra quasi essere in procinto di cambiare. La determinazione e la solidità delle ragazze di Cave però hanno la meglio e riescono a portare anche il secondo set nelle loro casse. 22-25 il punteggio.
Il terzo set è la fotocopia del primo, attacchi decisi e difese ineccepibili. Esordiscono anche altre due giovanissime: la palleggiatrice Luciani e il martello Polsini, che entra nel tabellino dei marcatori portando a casa il punto del momentaneo 23-12. Il set viene chiuso di li a poco, infatti il match si conclude con il punteggio di 13-25.
I problemi in casa del Volley Club Frascati rimangono tanti e sabato se ne è aggiunto uno in più alla lista trovandosi sulla strada del Volley Cave, che corre spedita sulla sua strada senza alcuna riserva e senza paura di osare.
Costanza è la parola d’ordine. Gli obiettivi si avvicinano ma serve lavorare per portarli a casa.
Sabato contro la Spes Juventute di Monte Rotondo, in casa, sarà un incontro molto importante per confermare quanto di buono già fatto.


-Valerio Lombardo

Terza vittoria consecutiva, che si va ad aggiungere a quella in casa contro il L.W. Granfruttato Perugia  e quella in trasferta contro il Mareblu Oristano, per il Volley Cave che cancella la sconfitta della trasferta a Palau.

Quella che va in scena nella struttura di Ladispoli è una partita fondamentale in chiave classifica, infatti è in ballo lo scontro diretto per il secondo posto a mantenere viva la possibilità di agganciare la capolista Capo d’Orso Palau.
Il Volley cave si presenta in campo con il sestetto composto da:  Massani e Giglio come bande, Longobardi opposto, al centro Afeltra e Tomassi, come libero Fornari e al palleggio il capitano Volpe.

Il match si prospetta subito molto acceso e al primo time out tecnico il tabellone segna Cave 8 Ladispoli 5. Nonostante la temperatura dell’aria all’interno dell’impianto sia quasi proibitiva, i ritmi sono serrati.
Al secondo time out,  a causa di troppe pecche in fase difensiva e attacchi poco incisivi che si infrangono sul muro avversario il punteggio si fissa sul 10-8 per le locali.
Da segnalare 4 errori in battuta per le ragazze cavensi  che saranno decisivi in chiave set.
In campo, nonostante i residui time out che dovrebbero far trovare la giusta concentrazione, la storia non cambia. Al quarto time out è 19-12 per la squadra rivierasca. Sembra che qualcosa non vada per il verso giusto e coach Leone prova anche un cambio:

Prima di entrare nel merito della partita ci sembra doveroso fare un augurio speciale alla nostra Pamela Cleri per la nascita del piccolo Domenico. Auguri Pamela dalla società, la squadra e i collaboratori tutti.

 

Quinta vittoria consecutiva per il Volley Cave.

Sabato le ragazze del Volley Cave sono scese in campo contro il Modo V.De’Settesoli e hanno dimostrato di voler fare sul serio in questo campionato, confermando con il chiarissimo risultato di 3 set a 0 di non voler mollare le zone alte della classifica.

La formazione iniziale è composta dalla palleggiatrice Volpe (capitano), opposto Longobardi, schiacciatrici Massani e Giglio, al centro Afeltra e Casella, libero Fornari.

Dopo un discreto inizio delle avversarie, al primo time out si è sul punteggio di 8-4, grazie a dei sontuosi muri che da lì alla fine della partita lasceranno poco spazio agli attacchi delle avversarie. Il secondo time out è preceduto da un’azione degna di nota che vede Giglio protagonista di un recupero molto complicato e finalizzato dalla schiacciata dell’opposto titolare. E’ 11-4. Entrambi i coach parlano con le relative squadre ma in campo ma la storia è sempre la stessa. Il primo set si conclude con un parziale di 25-14.

Nel secondo set rientrano in campo le stesse protagoniste del primo. Ma la storia arrivati al primo time out tecnico sembra cambiata: il tabellone segna infatti 1-6 per le ospiti. Le ragazze di Cave una volta ricominciato il gioco mettono in pratica le direttive del coach Leone, al secondo time out si è sull’8 a 7 qualunque cosa abbia detto alla squadra, deve aver fatto effetto. La squadra di casa sostituisce la centrale Casella per Tomassi pari ruolo.

La partita sembra più combattuta rispetto al primo set, si lotta punto su punto ma dopo un paio di attacchi bloccati da parte dei muri di Cave, la squadra prende il largo.

Le ragazze allenate dal coach Pasqualino Leone portano a casa il quarto risultato utile consecutivo.
Questa volta la vittoria arriva sul campo dell’Evoluzione Ostia dopo il tie-break.  
Partita carica di emozioni e di aspettative da una parte e dall’altra. Ci sono due ex giocatrici del Volley Cave che quest’anno militano tra le fila della squadra di Ostia e che hanno voglia di rivalsa. Alle giocatrici cavensi serve trovare un altro risultato positivo per confermare le belle prestazioni delle scorse giornate.

E’ una partita dai due volti quella a cui assistono i tifosi sugli spalti, che sin dalla prima azione si dimostra molto accesa.

I primi due set vedono le ragazze di Cave prevalere senza eccessivi sforzi sulle avversarie e i parziali lo dimostrano.
Il primo si conclude con il punteggio di 14-24 dove le la squadra di Ostia sembra in difficoltà sul piano difensivo, dove infatti non riescono ad aggirare gli attacchi dell’opposto Longobardi e Massani che affondano diversi punti.